Etichette

domenica 24 aprile 2011

AMARCORD:ITALIA-BRASILE (1982). TELECRONACA INTEGRALE.

VIAREGGIO-Cari amici della pagina fan del GUERINO, Cari amici di VARIE NEWS, buona sera a tutti! Questa sera, in occasione della domenica di PASQUA, rivivremo insieme una delle più belle partite giocate dagli azzurri, se non addirittura la più bella: mi riferisco alla partita che gli AZZURRI, allenati dal compianto ENZO BEARZOT, giocarono contro il BRASILE nel MONDIALE del 1982.

Dopo una prima fase assai stentata, con 3 pareggi rispettivamente contro POLONIA, PERÙ, e CAMERUN, l'Italia riuscì, in extremis, a superare il primo turno, e ad aspprodare alla seconda fase del MONDIALE, quella costituita dai gironi a 3, in cui venne sorteggiata in un vero e proprio gironcino di ferro, comprendendo anche ARGENTINA e BRASILE.

Ma si sa, come dice il detto, "è quando il gioco si fa duro, che i duri cominciano a ballare". L'Italia batte infatti l'ARGENTINA per 2-1. I goal tutti nella ripresa: prima il vantaggio azzurro, realizzato al 55° da TARDELLI, poi il raddoppio azzurro al 67° di CABRINI, e poi, a sette minuti dal termine il goal argentino di PASSARELLA, che fissa il punteggio finale sul 2-1 per gli azzurri di BEARZOT.

Si giunge, così, il 5 Luglio, allo stadio SARRIA di BARCELLONA, alla sfida decisiva contro il BRASILE, che gli azzurri devono assolutamente vincere per poter passare il turno. Una sfida che si rivelerà veramente entusiasmante, oltre ad essere veramente avvincente, ma che, e lo anticipo per i più giovani, vide in PAOLO ROSSI uno dei più grandi protagonisti.

A questo punto, cari amici, non mi resta che lasciarvi alle immagini di questa bellissima partita. Buona visione! Ruggero

PARTE 1


PARTE 2

PARTE 3

PARTE 4

PARTE 5

PARTE 6

PARTE 7

PARTE 8

PARTE 9

PARTE 10

PARTE 11

Cari amici, andiamo, ormai, verso la conclusione di questa SERATA AMARCORD di grande calcio. Prima, però di chiudere, sperando di farvi cosa gradita, concludiamo con una vera e propria chicca, e più precisamente con il referto arbitrale di questa bellissima partita.
                                                                          Rüdiger Franz Gaetano Herberhold                                     

SERIE A-VIDEOSINTESI 34° GIORNATA (23/04/2011).

VIAREGGIO-Cari amici, buona Pasqua a tutti! Sperando di farvi cosa gradita, a beneficio di quanti, per un motivo o un altro, non hanno potuto vedere le partite della 34° giornata del campionato di SERIE A, giocate ieri, pubblichiamo le VIDEOSINTESI delle partite. Buona visione! Ruggero


ROMA-CHIEVO 1-0 (5° Perrotta).




BARI-SAMPDORIA 0-1 (60° Pozzi su calcio di rigore).


BOLOGNA-CESENA 0-2  (48° Giaccherini, 85° Malonga).


CAGLIARI-FIORENTINA 1-2 (47° primo tempo e 53° Cerci (F); 47° (inteso come 2° minuto del secondo tempo) Cossu (C)).


GENOA-LECCE 4-2 (4° e 31° Di Michele (L); 11° e 62° Floro Flores (G); 43° e 54° Palacio (G))


INTER-LAZIO 2-1 (24° Zarate (L) su rigore; 40° Snejider(I); 53° Eto'o (I)).


PALERMO-NAPOLI 2-1 (3° Cavani (N) su rigore; 39° Balzaretti(P);47° primo tempo Bovo (P) su rigore)


UDINESE-PARMA 0-2 (14° e 92° Amauri).


BRESCIA-MILAN 0-1 (83° Robinho).


JUVENTUS-CATANIA 2-2 (20° su rigore e 39° Del Piero (J); 82° Gomez (C); 96° Lodi (C)).


Dopo aver visto le sintesi di tutte le partite giocate ieri, andiamo a vedere la nuova CLASSIFICA.

CLASSIFICA: Milan 74, Inter 66, Napoli 65, Lazio 60, Udinese 59, Roma 56, Juventus 53, Palermo 50, Fiorentina 46, Genoa 45, Cagliari 44, Bologna 40 (-3), Chievo 39, Parma 38, Cesena e Catania 37, Sampdoria e Lecce 35, Brescia 30, Bari 21.

                                                              Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

sabato 23 aprile 2011

CALCIO & SPOT: SAMPDORIA E VIAREGGIO

VIAREGGIO- Uno spot per chiedere la massima vicinanza dei tifosi nelle ultime fasi di campionato. Questo quanto occorso negli ultimi tempi, sia nel campionato di SERIE A, con lo spot realizzato dalla SAMPDORIA, sia nel girone B della PRIMA DIVISIONE della LEGA PRO, con l'ESPERIA VIAREGGIO.

Lo spot della SAMPDORIA si svolge negli spogliatoi della squadra ligure, e vede alcuni giocatori, tra cui, capitan PALOMBO, chiedere un aiuto di massima vicinanza ai tifosi.

Lo spot inizia con un giocatore, fermo sotto la doccia, impegnato a riflettere sul fatto che il momento della squadra non è molto positivo, il fondo è vicino, fondo che non deve assolutamente essere toccato. Lo spot prosegue poi nello spogliatoio SAMP, con un giocatore impegnato a mettersi un parastinchi, un giocatore che riflette sul fatto di essere molto giovane, di avere una grande opportunità tra le mani, che non intende assolutamente sprecare. Dopo le considerazioni di un tifoso, ecco sbucare le facce prima di POLI e poi di PALOMBO. POLI afferma che sono dinnanzi a un bivio:reagire o cadere, vincere o lasciare agli avversari il gusto della vittoria. PALOMBO afferma che vuole bene alla SAMPDORIA, e ai suoi compagni. Non permetterebbe mai che né in lui, né nei suoi compagni si insinuasse l'idea della sconfitta. L'immagine si sposta poi su questo tifoso, che afferma che ci vorrebbe una scossa, perchè a credere in loro non è solo una tifoseria, ma un'intera città. PALOMBO dichiara che d'ora in innanzi in ogni occasione i loro avversari avrebbero dovuto lottare su ogni azione, su ogni pallone POLI e PALOMBO affermano che la SAMP potrà risorgere se in ogni partita i loro tifosi saranno sempre loro vicini, che li incitano, e che li caricano, è per loro che giocano, ed è per loro che vogliono farcela. Si vedono poi delle immagini della tifoseria blucerchiata. In conclusione una dichiarazione del gruppo ULTRAS TITO CUCCHIARONI, che non vi anticipiamo.

A questo punto, guardiamoci insieme lo spot della SAMPDORIA.



Pochi giorni dopo lo spot della SAMPDORIA, è uscito lo spot dell'ESPERIA VIAREGGIO, squadra che milita nel girone B del campionato di PRIMA DIVISIONE di LEGA PRO.
Il filmato, realizzato da FRANCESCO VENUTO, assieme alla FRAME EVENTS, è veramente molto interessante, e merita di essere visto.

Lo spot inizia nello spogliatoio dell'ESPERIA VIAREGGIO, con il tecnico GIUSEPPE SCIENZA, che sbatte un pugno sul tavolo, affermando che la squadra sta attraversando un momento difficile, che è tutto l'anno che stanno lavorando sodo, che bisogna tornare alla vittoria, che bisogna tornare in campo, con volontà, umiltà, orgoglio, e invita i giocatori ad avvicinare la gente alla squadra, perchè la squadra lo merita. Segue a questo punto l'urlo di mister SCIENZA, “Forza!!!”, applaudito da tutta la squadra.
La squadra si divivde in 2 gruppi, e subito dopo il fischio di mister SCIENZA, comincia a girare per la città, per coinvolgere maggiormente la città. Si parte dalla DARSENA, con passaggi dei giocatori agli operai dei cantieri, che rimandano la palla ai giocatori, si passa alla DIGA FORANEA, sempre in DARSENA, con due giocatori che passeggiano tra loro, si passa alla PASSEGGIATA, dove due giocatori palleggiano tra loro, e coinvolgono anche un passante. Nel frattempo, però, si vede una mano tracciare su un muro una riga con il gesso. Di nuovo passaggio alla statua di BURLAMACCO, sempre in PASSEGGIATA, con il pubblico che applaude, ed ecco di nuovo quella mano che segna una riga. Eccoci di nuovo in DARSENA, sempre con gli operai dei cantieri navali, e poi eccoci al palazzetto dello sport, al PALA BARSACCHI, con un giocatore che zizzaga in mezzo ai giocatori del CGC VIAREGGIO, il pallone che arriva nell'aula dell'ITC PIAGGIA, con un giocatore che sale sulla cattedra dell'insegnante, e poi di nuovo rimbalzi prima sul ponte girante, e poi in PIAZZA D'AZEGLIO, nei pressi di un pullman della LAZZI, con il giocatore che entra palleggiando sul pulman per poi uscirne. E poi, eccoci nel centro storico, nella centralissima VIA BATTISTI, con i giocatori che giocano assieme a un passante. Eccoci poi nella pineta, per poi immediatamente trovarci negli hangar della FONDAZIONE CARNEVALE presso LA CITTADELLA, con un lancio che arriva fino alla sommità del carro, dove un giocatore colpisce la palla di testa, come dovesse insaccare in rete, e il presidente della FONDAZIONE CARNEVALE, ALESSANDRO SANTINI, esultare. Nel frattempo ecco un paio di giocatori superare la TORRE MATILDE, e salire lungo il cavalcavia, mentre nel frattempo, ecco chiarito il mistero della mano: è quella di un ragazzino, che ha disegnato su un muro una porta di calcio, pronto a giocare assieme ai suoi amichetti, quando improvvisamente ecco sbucare i giocatori del VIAREGGIO, che consegnano la palla al ragazzino autore della porta disegnata in gesso. A questo punto, mi fermo qua con il racconto dello spot, perchè non voglio anticiparvi il finale, veramente molto bello, e che merita di essere visto, non solo per quanto poi succede, ma anche per un bellissimo slogan, lanciato nel finale di questo video.




Rüdiger Franz Gaetano Herberhold



SERIE B-VIDEOSINTESI 37° GIORNATA (21-22/04/2011).

VIAREGGIO-Si è giocata tra giovedì 21 e venerdì 22 Aprile la 37° giornata del campionato di SERIE B. Sperando di farvi cosa gradita, rivediamo le immagini delle partite disputate.

ANTICIPI DI GIOVEDÌ 21 APRILE. 

PADOVA-VICENZA 4-1 (25° autorete di Martinelli (V); 38° El Shaarawy(P); 62° e 93° De Paula (P); 76° Cellini (V))


PESCARA-FROSINONE 1-1 (18 °Masucci(F); 95° Sansovini (P)).


PARTITE GIOCATE VENERDÌ 22 APRILE.
 
ALBINOLEFFE-GROSSETO 1-1 (69° Caridi (G); 93° Regonesi (A)).


CROTONE-ATALANTA 2-2 (30° Tiribocchi (A); 37° e 46° Cutolo (C); 55° Doni (A)).


EMPOLI-LIVORNO 0-0.

MODENA-TORINO 1-1 (14° Stanco (M); 21° Bianchi (T)).


PIACENZA-CITTADELLA 0-2 (37° e 50° Piovaccari).


REGGINA-NOVARA 1-0 (86° Viola).


SIENA-PORTOGRUARO 1-2 (84° Caputo (S); 90° Gerardi(P); 95° Tarana (P)).


TRIESTINA-SASSUOLO 2-1 (39° Testini (T) su rigore; 58° Godeas (T); 75° Rea (S)).


VARESE-ASCOLI 1-1 (10° Carrozza (V); 34° Fezcesin (A) su rigore)).


CLASSIFICA: Siena 72; Atalanta 71; Varese e Novara 60; Reggina 53; Torino 52; Padova, Pescara, Empoli e Vicenza 49; Crotone, Modena e Livorno 47; Grosseto 45; AlbinoLeffe e Cittadella 43; Sassuolo e Piacenza 42; Ascoli (penalizzato di 6 punti per inadempienze finanziarie) e Portogruaro 40; Triestina 37 e Frosinone 35.

                                                              Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

giovedì 21 aprile 2011

VIDEOSINTESI FINALE COPPA DEL RE-BARCELLONA-REAL MADRID 0-1 (20/04/2011).

VALENCIA-Si è giocata ieri sera la finale di COPPA DEL RE tra BARCELLONA e REAL MADRID, che ha visto la vittoria del REAL per 1-0, con il primo trofeo dell'era MOURINHO.

Il goal partita è stato segnato al 102° minuto da CRISTIANO RONALDO. Triangolo perfetto tra Marcelo e Di Maria, con l'argentino che arriva sul fondo e crossa sul secondo palo: Adriano si dimentica di Ronaldo, che di testa porta in vantaggio il REAL. Sperando di farvi cosa gradita, pubblichiamo la videosintesi della partita. Buona visione! 




                                                       Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

COPPA ITALIA-SEMIFINALI DI ANDATA: MILAN-PALERMO 2-2 (20/04/2011).

MILANO- Si è giocata ieri sera la semifinale di andata valida per la COPPA ITALIA TIM tra MILAN e PALERMO allo stadio SAN SIRO di MILANO.

Al termine dei primi 90 minuti di gioco, MILAN e PALERMO pareggiano per 2-2, al termine di una partita estremamente combattuta.Il MILAN passa per primo in vantaggio al 4° con IBRAHIMOVIC. ODDO, cross per IBRA, tiro di destro da centro area, con la palla che si va a infilare nell'angolino inferiore alla destra di SIRIGU. Dopo 10 minuti, pareggia il PALERMO, al 14°con PASTORE. Assist di PINILLA, con passaggio filtrante per PASTORE, tiro di sinistro dalla sinistra dell'area di rigore con la palla indirizzata nell'angolino inferiore alla sinistra di AMELIA.

Nella ripresa è il PALERMO a passare in vantaggio, con un bellissimo goal di HERNANDEZ. Assist di PASTORE con passaggio filtrante per HERNANDEZ, tiro di sinistro da posizione decentrata sulla sinistra con la palla che termina sotto la traversa nell'angolino superiore alla destra di AMELIA. Al 76°, pareggio del MILAN, con EMANUELSSON. Tiro di sinistro da centro area, con la palla che termina sotto la traversa nell'angolino alto alla destra di SIRIGU per il 2-2 finale.

Sperando di farvi cosa gradita, vi faccio vedere le immagini di questa combattutissima partita, in inglese.


Ricordiamo che martedì 10 Maggio alle ore 20:45 si giocherà a PALERMO la gara di ritorno, mentre il giorno dopo si giocherà a MILANO la gara di ritorno tra INTER e ROMA.

                                                          Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

mercoledì 20 aprile 2011

COPPA ITALIA-SEMIFINALI DI ANDATA: ROMA-INTER 0-1 (19/04/2011).

ROMA- Si è giocata ieri sera la semifinale di andata valida per la COPPA ITALIA TIM tra ROMA e INTER allo stadio OLIMPICO di ROMA.

Al termine dei primi 90 minuti di gioco, è l'INTER a sorridere. I nerazzurri, infatti, vincono per 1-0, grazie al bellissimo goal partita segnato a fine primo tempo, al 45° da DEJAN STANKOVIC: il giocatore serbo, viene infatti servito da CAMBIASSO, e indovina un tiro a giro dal limite dell'area di rigore, che trafigge il portiere giallorosso DONI. Sperando di farvi cosa gradita, vi facciamo vedere le immagini di questo bellissimo goal.


Vi ricordo, infine, che questa sera, con inizio sempre alle ore 20:45, si giocherà l'altra semifinale di andata di COPPA ITALIA, che vedrà impegnati il MILAN di ALLEGRI, e il PALERMO di DELIO ROSSI.

                                                                Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

VIDEOSINTESI REAL MADRID-BARCELLONA (16/04/2011)

Cari amici, sperando di farvi cosa gradita, pubblichiamo la VIDEOSINTESI del CLASICO, valido come anticipo della 32° giornata della LIGA SPAGNOLA, e che ha visto protagoniste, sabato 16 Aprile, allo stadio SANTIAGO BERNABEU di MADRID, il REAL MADRID di JOSE MOURINHO, e il BARCELLONA, di PEP GUARDIOLA.

La partita si è conclusa sul punteggio di 1-1. Entrambi i goal sono stati segnati su rigore. BARCELLONA in vantaggio al 53° con MESSI, pareggio per il REAL all'82° di CRISTIANO RONALDO. Buona visione!


                                                              
                                                          Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

SERIE A-VIDEOSINTESI 33°GIORNATA (16-17/04/2011).

VIAREGGIO-Cari amici, a beneficio di quanti, per un motivo o un altro, non hanno potuto vedere le partite della 33° giornata del campionato di SERIE A, giocate lo scorso weekend, pubblichiamo le VIDEOSINTESI delle partite. Buona visione! Ruggero


ROMA-PALERMO 2-3 ( 19° Totti (R ) su rigore;  43° Pinella (P) su rigore; 84° e 90° HERNANDEZ (P);  91° Vucinic (R )).


MILAN-SAMPDORIA 3-0 ( 20° Seedorf; 54° Cassano su rigore; 61° Robinho). 


PARMA-INTER 2-0 ( 35° Giovinco, 85°Amauri). 




CATANIA-LAZIO 1-4 (40° Hernanes (L); 46° Schelotto (C ); 56° Mauri (L); 78° Floccari (L); 89° Zarate (L)).


  
CESENA-BARI 1-0 (48° Bogdani).



 CHIEVO-BOLOGNA 2-0 (15° Constant, 83° Marcolini).



 FIORENTINA-JUVENTUS 0-0.


 GENOA-BRESCIA 3-0 (59° Rafinha (G); 70° autorete di Belardi (B); 94° Antonelli (G)).



LECCE-CAGLIARI 3-3 (20° e 71° Acquafresca (C ); 49° Mesbah (L); 67° Conti (C ); 88° Fabiano (L); 94° Corvia (L)).


NAPOLI-UDINESE 1-2 (55° Inler (U); 61° Denis (U); 95° Mascara (N)).


LA PERLA DELLA DOMENICA. Concludiamo le VIDEOSINTESI di questa settimana soffermandoci su quella che, a giudizio di chi scrive, è stata la perla della settimana, insomma il goal più bello: il goal del raddoppio del CHIEVO, segnato da MARCOLINI, da circa 45 metri in CHIEVO-BOLOGNA. 




 Cari amici, siamo arrivati al termine delle nostre VIDEOSINTESI, valide per la 33° giornata del campionato di SERIE A, che spero possano esser state di vostro gradimento.

                                                          Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

lunedì 18 aprile 2011

CLASICO, BRILLANO LE STELLE.

MADRID-Un pareggio importante per entrambe le squadre. Questo è quanto visto sabato sera allo stadio SANTIAGO BERNABEU di MADRID, dove REAL e BARCELLONA hanno pareggiato il primo CLASICO, valevole per la 32° giornata di campionato, dei 4 che vedrà REAL e BARCELLONA riaffrontarsi nuovamente mercoledì sera allo stadio MESTALLA di VALENCIA per la finale di COPPA DEL RE, e poi per le semifinali di CHAMPIONS LEAGUE.

Se da una parte l'1-1 finale consegna al Barca la LIGA, bisogna altrettanto sottolineare la grande capacità di rimonta del REAL che, con un uomo in meno, riesce a recuperare la partita. Si tratta di un dettaglio non da poco, perchè nelle precedenti sfide con GUARDIOLA allenatore, il REAL aveva sempre perso.

Mourinho decide di rinforzare il centrocampo, schierando PEPE al posto di ÖZIL, posto dinanzi alla difesa. Guardiola recupera Puyol e lo schiera al fianco di Piqué, in attacco il tridente Messi-Pedro-Villa. Dopo 10 minuti subito una punizione di Cristiano Ronaldo, il Barcellona risponde con cinque minuti di possesso palla praticamente ininterrotto, concluso con una verticalizzazione di Iniesta per Messi: l'argentino controlla e prova a scavalcare Casillas con un pallonetto, bravo il portiere delle merengues a restare in piedi e a bloccare la sfera. Benzema crea qualche difficoltà a Victor Valdes, Cristiano Ronaldo manda alto di testa su corner, la partita non si sblocca.

Al 27' azione chiave del match, parecchio contestata dai giocatori del BARCELLONA: Villa taglia in area e viene servito sulla corsa, l'attaccante ci arriva un attimo prima di Casillas e allunga la sfera verso l'esterno prima di essere travolto dal portiere avversario. Il rigore sembra netto, ma l'arbitro, il signor FERNANDEZ, ammonisce solamente l'estremo difensore del REAL e della nazionale iberica.Dopo lo scampato pericolo, comincia a svegliarsi il Real, che comincia gradualmente ad essere sempre più aggressivo. Provvidenziale al 34° l'anticipo di Adriano su Cristiano Ronaldo lanciato a rete da Marcelo. Gli ultimi botti arrivano nel finale, con una parata eccezionale di Casillas su Messi solo in area, e con un grande salvataggio di Adriano sulla linea su un colpo di testa di Cristiano Ronaldo a colpo sicuro.

Ripresa subito nel vivo, con Cristiano Ronaldo che colpisce la base del palo su punizione a Valdes battuto. Al 51° passa in vantaggio il Barcellona: al 51° minuto, infatti, Villa si infila nel corridoio spalancato da un lancio di Xavi, Albiol prima colpisce con un braccio cercando di intercettare l'assist, poi trattiene l'avversario in area in maniera plateale. Il signor Fernandez, senza alcuna esitazione, indica il dischetto:è rigore per il BARCELLONA. Ma non solo. Oltre ad assegnare il rigore, FERNANDEZ espelle anche ALBIOL. Dal dischetto Messi non rischia e con un tiro centrale porta avanti il Barça, segnando la sua 30°rete in campionato, ma non solo: con questo rigore MESSI interrompe il suo digiuno contro MOURINHO, è la sua prima rete segnata a una squadra del tecnico portoghese.

Mou chiama fuori uno spento Benzema e lancia Oezil, trasformando il REAL in 3-4-2, mentre Guardiola è costretto a sostituire Puyol, che si fa male dietro alla coscia ed è costretto ad uscire in barella. In dieci la manovra blaugrana si fa baldanzosa, Xavi dal limite sfiora il colpo del ko con un destro che colpisce la traversa. La palla è quasi sempre tra i piedi del Barcellona che soffre solo i calci piazzati, infatti è un corner che offre l'occasione al Real di pareggiare ma Keita disturba Pepe nella conclusione in area piccola, poi il portoghese prova a ribattere in rete la sfera ma riesce solo a colpire il palo esterno.Nel frattempo Villa ha più volte occasione di chiudere la partita, ma sbaglia un paio di occasioini con tiri veramente incommentabili.

Ma, attenzione: un vecchio detto dice sempre che “ quando si sbagliano troppe occasione, arriva poi il goial avversario”. A dimostrazione della bontà di questo vecchio detto, valido ancora oggi, ecco arrivare il premio per la squadra di Mourinho a otto minuti dal termine, quando Dani Alves entra in scivolata su Marcelo in area, toccando prima il pallone e poi falciando l'avversario. L'arbitro decreta la massima punizione, trasformata da Cristiano Ronaldo che risponde a Messi e sale a 29 gol in Liga. Finale palpitante con Villa che fallisce il colpo del ko provando il pallonetto su Casillas, sempre molto preciso, Khedira che di sinistro impegna Valdes e, nel recupero, ancora con Villa che fallisce il controllo in piena area e in piena solitudine davanti a Casillas. Finisce, dunque, 1-1, con il BARCA che, a 6 giornate dal termine, ha 8 punti di vantaggio sul REAL. Se con il pareggio di ieri sera è quasi fatta per l'ennesima vittoria della LIGA da parte dei blaugrana, bisogna altrettanto sottolineare lo sprito del REAL di MOURINHO di recuperare il risultato, e che imporrà agli uomini di Guardiola massima attenzione già a a partire dalla finale di mercoledì di COPPA DEL RE. Unica cosa è certa:da qui al 3 Maggio, data della semifinale di ritorno di CHAMPIONS LEAGUE, negli altri 3 Clasici, ci sarà da divertirsi.

Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

sabato 16 aprile 2011

CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO-PRESENTATO CAST ARTISTICO E CONDUTTORE.

ROMA- Nella giornata di ieri è stato presentato il cast artistico e il conduttore dell'ormai tradizionale CONCERTONE DEL PRIMO MAGGIO, che si svolgerà sul mega palco di PIAZZA S.GIOVANNI a ROMA.

Questo il CAST ARTISTICO: oltre a LUCIO DALLA, si esibiranno FRANCESCO DE GREGORI, ENNIO MORRICONE, GINO PAOLI, i SUBSONICA, DANIELE SILVESTRI, CAPAREZZA, PEPPE SERVILLO e FAUSTO MESOLELLA, MODENA CITY RAMBLERS, BANDABARDÒ, EDOARDO BENNATO, PAOLA TURCI, EUGENIO FINARDI, ENZO AVITABILE con RAIZ e CO'SANG, BANDERVISH, LUCA BARBAROSSA e EDOARDO DE ANGELIS.

Il conduttore sarà NERI MARCORE, sulla cui conduzione pesa la par condicio elettorale, essendo previste a maggio le elezioni amministrative. "Se la satira non si può fare in un certo modo, tanto vale non farla" ha detto MARCORE, sottolineando che comunque farà qualche canzone.

                                                         Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

MUSICA CLASSICA-PRESENTATA LA STAGIONE 2011/12 DEL TEATRO ALLA SCALA.

MILANO-Nella giornata di ieri è stata presentata la stagione 2011/12 del TEATRO ALLA SCALA di MILANO. Sono previste 19 rappresentazioni, di cui 13 OPERE e 6 BALLETTI. Sono previste inoltre 15 serate spalmate all'interno di alcune tournee internazionali che i complessi artistici della SCALA realizzeranno nella stagione.

Ad aprire la stagione 2011-2012, sarà il 7 Dicembre 2011 sarà il DON GIOVANNI di WOLFGANG AMADEUS MOZART. Il regista della Prima scaligera sarà ROBERT CARSEN, il Direttore d'orchestra il Maestro DANIEL BARENBOIM, le scene verranno realizzate da MICHAEL LEVINE, le coreografie a cura di PHILIPPE GIRADEAU. A interpretare DON GIOVANNI il baritono PETER MATTEI.

Questo, in breve il palinsesto operistico della stagione 2011/12 del TEATRO ALLA SCALA.

Ingresso: 187 – 12 Eu
Per info: teatroallascala.org

4 dicembre 2011
ore 18

Wolfgang Amadeus Mozart
Don Giovanni - Anteprima per i giovani
Direttore d'orchestra: Daniel Barenboim

7, 10, 13, 16, 20, 23, 28 dicembre 2011
ore 20

Wolfgang Amadeus Mozart
Don Giovanni
Direttore d'orchestra: Daniel Barenboim

4, 12, 14 gennaio 2012
ore 20
8 gennaio 2012
ore 15

Wolfgang Amadeus Mozart
Don Giovanni
Direttore d'orchestra: Karl Heinz Steffens

15, 17, 19, 21, 24, 27 gennaio 2011
ore 19.30

1, 3 febbraio 2012
ore 19.30

5 febbraio 2012
ore 15

Jacques Offenbach
Le Contes d'Hoffmann
Direttore Marco Lentoja

14, 16, 23, 25 febbraio 2012
ore 19.30

19, 21 febbraio 2012
ore 15

1, 4, 7, 10 marzo 2012
ore 19.30

Giuseppe Verdi
Aida
Direttore: Omer Mei Wellber, regia di Franco Zeffirelli

11, 14, 17, 20, 24, 27 marzo 2012
ore 19.30

Richard Strauss
Die Frau ohne Schatten
Direttore: Semyon Bychkov

23, 25, 28, 30 marzo 2012
10, 12, 14, 17 aprile 2012
ore 19.30

Wolfgang Amadeus Mozart
Le nozze di Figaro
Direttore: Andrea Battistoni, regia di Giorgio Strehler

22, 26, 28 aprile 2012
2, 9, 11, 12, 15 maggio 2012
ore 20

6 maggio 2012
ore 15

Giacomo Puccini
Tosca
Direttore: Nicola Luisotti

19, 22, 24, 29, 31 maggio 2012
5, 7 giugno 2012
ore 20

Benjamin Britten
Peter Grimes

6, 8, 9, 11, 12, 15, 18, 21, 23 giugno 2012
ore 20

Giuseppe Verdi
Luisa Miller

19, 22, 25, 29 giugno 2012
2, 5, 7 luglio 2012
ore 19.30

Jules Massenet
Manon

30 giugno 2012
3, 4, 6, 9, 10, 12, 13, 14 luglio 2012
ore 20

Gaetano Donizetti
Don Pasquale

26, 28 settembre 2012
1, 4, 8, 10, 12, 19, 22, 24, 26 ottobre 2012
ore 20

Giacomo Puccini
La bohème
Regia e scene di Franco Zeffirelli

23, 27, 31 ottobre 2012
18, 22 novembre 2012
ore 18

4 novembre 2012
ore 15

Richard Wagner
Siegfried (Der Ring des Nibelungen)

6, 8, 10, 13, 15, 17 novembre 2012
ore 20

11 novembre 2012
ore 15

Giuseppe Verdi
Rigoletto

                                                                          Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

ROMA-ECCO IL DOCUMENTO UFFICIALE IN MERITO ALL'ACQUISTO DELLA ROMA DA PARTE DI DIBENEDETTO.

BOSTON- THOMAS DIBENEDETTO, nella notte appena trascorsa, è quindi diventato il 21° presidente della ROMA, il primo presidente straniero in 84 anni di storia giallorossa. Ma in cosa consiste l'accordo di acquisizione della ROMA? Sperando di farvi cosa gradita, pubblichiamo il documento integrale con cui DIBENEDETTO ha acquistato la ROMA.

Boston, 15 aprile 2011 - Di Benedetto AS Roma LLC (“DiBenedetto”), società partecipata da investitori privati statunitensi, ha stipulato con Roma 2000 S.r.l. (“Roma 2000”), società del Gruppo Compagnia Italpetroli, un contratto di compravendita per effetto del quale la stessa DiBenedetto, attraverso una holding (“Holding”) che verrà costituita insieme ad Unicredit S.p.A. (“Unicredit” o “Banca”), al verificarsi delle condizioni sospensive previste acquisterà la partecipazione di controllo in AS Roma S.p.A. (“AS Roma”) e promuoverà, ad esito di detto acquisto, un’offerta pubblica d’acquisto obbligatoria (l’“OPA”).
Più precisamente la Holding, che sarà partecipata al 60% da DiBenedetto ed al 40% da Unicredit, acquisterà da Roma 2000, complessivamente: - n. 88.918.686 azioni ordinarie AS Roma, rappresentative di una partecipazione pari al 67,097% del capitale sociale (la “Partecipazione di Maggioranza”), al prezzo di Euro 60.300.000,00, corrispondente ad un prezzo di Euro 0,6781 per azione;
- l’intero capitale sociale di ASR Real Estate S.r.l., al prezzo di Euro 6.000.000,00. Tale società detiene, attraverso un contratto di leasing, il centro sportivo di Trigoria; - l’intero capitale sociale di Brand Management S.r.l., al prezzo di Euro 4.000.000,00. Brand Management è socio accomandatario, con una partecipazione dello 0,01%, della Soccer S.a.s., società titolare del marchio AS Roma, di cui la stessa AS Roma è socia accomandante con il 99,9%.

Condizioni

L’efficacia del contratto di compravendita è subordinata al verificarsi, entro il 31 luglio 2011, delle seguenti condizioni: (i) il rilascio del nulla-osta da parte della competente autorità antitrust; (ii) la concessione ad AS Roma da parte di Roma 2000 di un c.d. vendor loan, della durata di dieci anni e dell’importo di Euro 10 milioni;
(iii) la sottoscrizione da parte di AS Roma di un accordo di finanziamento con Unicredit, della durata di cinque anni e dell’importo di Euro 30 milioni.
In caso di mancato avveramento delle condizioni sospensive entro il 31 luglio 2011 ciascuna parte sarà libera di risolvere il contratto di compravendita.
Il pagamento del prezzo di acquisto da parte della Holding, complessivamente pari ad Euro 70.300.000,00, sarà versato alla data di trasferimento delle partecipazioni. Entro il 27 aprile 2011 la Holding verserà, in parte direttamente a Roma 2000 ed in parte tramite un escrow account, una caparra confirmatoria di Euro 10.000.000,00 il cui pagamento, quanto all’importo di Euro 6.000.000,00 è garantito personalmente dagli investitori statunitensi soci di DiBenedetto.

OPA Obbligatoria

Nel contesto dell’operazione, e subordinatamente all’acquisto della Partecipazione di Maggioranza, la Holding promuoverà, ai sensi dell’articolo 106 del D. Lgs. n. 58/98 (“TUF”), l’OPA su tutte le azioni ordinarie AS Roma diverse da quelle costituenti la Partecipazione di Maggioranza.
L’OPA sarà promossa per cassa ad un prezzo per azione AS Roma pari ad Euro 0,6781.
Con riferimento all’obbligo di acquisto di cui all’articolo 108, comma secondo, del TUF i soci della Holding stanno attualmente valutando se, nel caso in cui la Holding stessa venisse a detenere una partecipazione superiore al 90% delle azioni di AS Roma ad esito dell’OPA, procedere alla ricostituzione del flottante o, in alternativa, procedere all’adempimento dell’obbligo di acquisto e, eventualmente, al delisting; le relative determinazioni saranno rese pubbliche nei modi e termini di legge.
In caso di adesione totalitaria, il controvalore complessivo massimo dell’OPA su AS Roma sarà pari circa Euro 29.570.365 milioni.
L’operazione sarà finanziata attraverso capitale di rischio o finanziamenti apportati pro quota dai soci della Holding.
Ferme le condizioni sospensive, allo stato si prevede che l’OPA venga promossa e si concluda nel terzo trimestre del 2011; il relativo calendario verrà concordato con le Autorità di mercato in conformità alla normativa vigente.
Nell’ambito degli accordi tra i soci della Holding, meglio descritti nel seguito, è previsto che nei tre mesi successivi alla conclusione dell’OPA la AS Roma deliberi un aumento di capitale in opzione, a condizioni di mercato, che la Holding sottoscriverà per un importo almeno pari ad Euro 35.000.000,00 (“Aumento di Capitale”).

Accordi parasociali

Gli accordi di coinvestimento raggiunti tra DiBenedetto e Unicredit contemplano un patto parasociale che prevede, tra l’altro:
- la disciplina della nomina del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale della Holding, di AS Roma e delle altre società oggetto del contratto di compravendita e, più in generale, le regole di corporate governance di dette società, tali da attribuire la gestione a DiBenedetto ed a garantire alla Banca, tramite i suoi rappresentanti negli organi, significativi diritti di minoranza;
- clausole di prelazione e diritti ed obblighi di vendita congiunta delle partecipazioni detenute dai soci nella Holding in un arco temporale di medio-lungo periodo, salva la facoltà della Banca di cedere parte della propria partecipazione, entro il primo trimestre del 2012, ad uno o più investitori qualificati italiani;
- l’impegno dei soci a fornire pro quota alla Holding le risorse necessarie a far fronte agli esborsi derivanti dall’OPA e dall’Aumento di Capitale.
Di tali patti verrà data comunicazione al mercato nei termini di cui all’articolo 122 del TUF.


                                                                           Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

ROMA-ECCO LE PARTI PIÚ SALIENTI DELLA CONFERENZA DI DIBENEDETTO.

BOSTON-Nella notte si è svolta la conferenza stampa di DIBENEDETTO, in cui si è stato ufficializzato il suo acquisto della ROMA. Sperando di fare cosa gradita a tutti i supporter romanisti, pubblichiamo le parti più salienti della conferenza stampa del neo patron americano THOMAS DIBENEDETTO.

«The deal is done: l'affare è fatto». Sono le prime parole di Thomas DiBenedetto nella conferenza stampa che si è tenuta alla fine della riunione che ha sancito la cessione della As Roma alla cordata americana.
«Sono grato a Berlusconi per le sue parole di benvenuto: il nostro obiettivo è conquistare con la Roma gli stessi successi che lui ha ottenuto con il Milan. Ci sono stati punti complicati della trattativa, ma non siamo mai stati sul punto di mollare. per una cosa così grande come la Roma eravamo determinati a superare tutti gli ostacoli. Ci siamo riusciti grazie alla pazienza dei partner.  
Cosa porterebbe da Boston a Roma e viceversa? «Da Boston porterei a Roma lo stadio dei Red Sox. Da Roma porterei a Boston il Colosseo»

«Non mi aspettavo tutta questa attenzione sulla trattativa. Sapevo però della grande passione da parte dei romani, una passione che è stata una delle ragioni dell'impegno che abbiamo messo in questa trattativa. Io condivido questa passione. Non ho mai giocato a calcio, ma mio padre si, giocava nell'American Soccer League».
«Con l'entrata in vigore del fair play finanziario sarà importante far crescere i giovani e avere in squadra giocatori romani, dovremo selezionare i migliori, alcuni già li abbiamo in squadra. Tra l'altro sarà anche difficile da parte dei ricchi club andare a prendere i giocatori più forti. Per questo voglio prendere i migliori manager, questo sarà un grosso vantaggio. Faremo in modo di attirare i giocatori per farli giocare nella Roma».

«
«Io amo tremendamente Roma. Voglio fare qualcosa di grande per questa città. Sono orgoglioso di queste origini».


Queste le principali dichiarazioni emerse nella coinferenza stampa di questa notte di THOMAS DIBENEDETTO.
                                                             Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

CALCIO-LA ROMA A DIBENEDETTO:RICOSTRUIAMO LA LUNGA GIORNATA.

BOSTON-Una giornata storica per la ROMA: dopo 84 anni la società giallorosa viene acquistata da un patron straniero. Una giornata, quella odierna, però, molto complessa da interpretare, contrassegnata da rinvii, spostamenti all'ultimo minuto di conferenze stampa, ecc.

Vediamo di ricostruire questa lunga giornata,attraverso le varie agenzie stampa. Nella foto raffigurata la torta preparata dalla sorella di PALLOTTA, per festeggiare l'accordo.

0.45. Accordo raggiunto. La roma è americana. Tra poco la conferenza stampa di DI BENEDETTO. 

0:10 CONFERENZA STAMPA ALLE 0:30 È slittato di un'altra mezz'ora l'inizio della conferenza stampa a Boston. Sul tavolo della conferenza è stata messa una maglia giallorossa.


23:05 CAMBIA LA STANZA DELLA CONFERENZA STAMPA PER SCARSO SPAZIO. Troppo affollata la conferenza stampa, si cambia piano nel grattacielo per motivi logistici: i giornalisti scendono al tredicesimo piano. Per questo la conferenza stampa slitterà dopo le 24.

22:50 PRONTA LA SALA STAMPA PER DI DIBENEDETTO E PALLOTTA. È stata appena allestita la sala che, da un momento all'altro, dovrebbe ospitare la conferenza stampa congiunta tra Tom Dibenedetto e il vice direttore generale di Unicredit Paolo Fiorentino. I due parleranno al 34/mo piano dell'edificio dove c'è lo studio legale della cordata americana e dove, tutt'ora, sono tutti i protagonisti della trattativa.

22:00 ALLE 23:30 L'ACCORDO SULLA CESSIONE DELLA ROMA. Slitta l'annuncio dell'accordo della cessione della Roma: dovrebbe arrivare entro le 23.30


19:55 SI ATTENDE L'ARRIVO DI PALLOTTA E DI DIBENEDETTO.Secondo quanto riferisce l'agenzia AdnKronos, si è conclusa poco fa la conference call con Attilio Zimatore, presidente della Newco Roma presente a Boston, Rosella Sensi e Antonio Muto. Tutti i legali, compreso anche il prof. Zimatore, sono ancora presenti nello studio Bingham, per terminare l'esame degli allegati, dei documenti e delle norme che riguardano il complesso affare di cessione dell'As Roma. Si attende l'arrivo di James Pallotta e Thomas DiBenedetto. Paolo Fiorentino ha lasciato lo studio per andare ad incontrare personalmente i due imprenditori statunitensi, per poi procedere insieme alla firma e alla formalizzazione delle garanzie personali di DiBenedetto e di Pallotta. Si prevede che, in caso di positivo, entro la serata italiana dovrebbe arrivare la firma del contratto preliminare.


19:10 CONFERENZA STAMPA DI DIBENEDETTO ALLE 22:30. Secondo le ultime indiscrezioni che arrivano da Boston in questi minuti le parti starebbero stilando un comunicato: in un paio d'ore dovrebbe arrivare l'annuncio dell'accordo. È prevista al momento una conferenza stampa di DiBenedetto intorno alle 22.30.


16:45 ROMA:LA FIRMA DOPO LE 21.Si allungano leggermente i tempi della firma definitiva per la cessione del pacchetto azionario della As Roma. Fonti dello staff di Thomas DiBenedetto hanno appena comunicato che la trattativa non potrà terminare prima delle 15 ora locale, quando in Italia saranno le 21. Le stesse fonti sottolineano che non ci sono problemi improvvisi, ma che bisogna rispettare i tempi tecnici vista la mole enorme dei documenti da analizzare.

giovedì 14 aprile 2011

HOCKEY SU PISTA-LA VITTORIA DELLA COPPA ITALIA DEL CGC VIAREGGIO.

VIAREGGIO-Ci sono momenti, legati alla storia sportiva di una città, che indubbiamente non si possono dimenticare. Uno di questi, per noi viareggini, è rappresentato certamente dalla vittoria della COPPA ITALIA di HOCKEY SU PISTA, da parte del CGC VIAREGGIO, il 23 Novembre 2010.

Nella gara di ritorno, disputatasi a VALDAGNO, gli uomini di MASSIMO MARIOTTI, dopo il pareggio per 5-5 in casa al PALABARSACCHI, tirano fuori gli artigli, e al termine dei tempi supplementari, vincono per 5-4. Si tratta del primo trofeo vinto dalla squadra bianconera. Sperando di fare cosa gradita, riviviamo tutti insieme, alcuni di questi momenti.


Gustiamoci adesso alcuni momenti, relativi alla premiazione. di quella notte, che è entrata nella storia dell'hockey viareggino.


Da rilevare i grandi festeggiamenti da parte dei supporters viareggini, al momento in cui la squadra è tornata al PALABARSACCHI, per sollevare assieme ai tifosi la COPPA ITALIA, in quella che per noi viareggini è stata sicuramente  la notte più lunga.
                                                 
                                                                            Rüdiger Franz Gaetano Herberhold

NEWS DI CALCIOMERCATO DI GIOVEDÌ 14 APRILE 2011.

Cari amici di VARIE NEWS,
buongiorno a tutti! Pubblico quì sul blog un articolo che avevo preparato ieri sera e destinato alla pagina FB del GUERIN SPORTIVO. Buona lettura! Ruggero


                                                             PILLOLE DI CALCIOMERCATO. 



Cari amici, buona sera a tutti da RUGGERO, e bentrovati a una nuova puntata di PILLOLE DI CALCIOMERCATO. Questa settimana puntata extra, rispetto alla consueta puntata svolta da SALVATORE, che saluto.

Se da una parte in questa settimana non ci sono state grandissime notizie di CALCIOMERCATO, ci sono state altresì alcune tematiche che meritano di essere affrontate.

Un argomento che sta sicuramente appassionando i tifosi è certamente il caso BUFFON. Prima il forfait del portiere della JUVE, alla vigilia del match con la ROMA, a causa di una febbre, poi, questa voce di un problema legato alla schiena, da non addebitarsi comunque al problema alla schiena. Una cosa, comunque, è certa:il rapporto tra la JUVE e il portierone azzurro non è più quello granitico di un tempo. Dimostrazione di questa cosa, le dichiarazione rilasciate pochi giorni fa dal procuratore del giocatore, SILVANO MARTINA, in cui, prima di incontrare MAROTTA, rilascia tra le altre, queste dichiarazioni:”In ogni modo penso che uno come Buffon meriti maggiore rispetto. Parliamo di un grandissimo del calcio mondiale”.

Ma attenzione, cari amici. Pubblichiamo ora un estratto dell'intervista, rilasciata ieri a RADIO SPORTIVA da MARCELLO LIPPI in occasione del suo 63° compleanno. Sentite cosa dice a un certo punto Lippi in merito a BUFFON. Buffon invece merita un po’ di rispetto».

Rispetto... torna a farsi viva questa parola... Cosa c'è che noi non sappiamo dietro questa storia? Ma c'è di più.
Nel nuovo CORSIVO pubblicato sul sito del GUERIN SPORTIVO, il Direttore MATTEO MARANI, afferma quanto segue “Mi telefona un amico, un caro amico che da anni vive dentro la Juventus. «Guarda che Buffon non giocherà più per quest’anno. Ormai ha rotto con la società e ha capito che Marotta e il resto della truppa hanno scelto Storari. Farà un’apparizione contro il Napoli all’ultima giornata, ma solo per salutare i tifosi». Come dice, più avanti, il direttore, MATTEO MARANI, “Mi auguro di vedere Buffon domenica a Firenze, per mettere a tacere le insinuazioni e per smentire nel modo migliore quella telefonata. ” Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane. Noi, comunque, cari amici, vi terremo aggiornati.

Dopo aver parlato del caso BUFFON, andiamo un po' in giro per il mondo.

Parliamo un po' del REAL MADRID, che in queste ore hanno incanalato due trattative che stanno infiammando i tifosi.
Il REAL MADRID avrebbe presentato un'offerta al BORUSSIA DORTMUND per il centrocampista offensivo NURI SAHIN, 22 anni. Lo scrive la BILD, ricordando che la clausola di rescissione per il giocatore tedesco di origine turca e' fissata in soli 6 milioni di euro. Ma non solo.
Secondo quanto pubblicato sul sito  TUTTOMERCATOWEB,  il terzino destro della nazionale venezuelana Roberto Rosales (22), attualmente legato al Twente fino al giugno 2013,secondo quanto comparso sul portale spagnolo NuevoFutbol.com, sarebbe finito nel mirino del Real Madrid, che potrebbe dover fare fronte alla partenza di Sergio Ramos. Intorno ai 3 milioni e mezzo di euro la valutazione del cartellino del giovane laterale sudamericano.
Chiudiamo questa puntata con una notizia a dir poco clamorosa, giunta pochi minuti fa, e che riguarda il LIVERPOOL. Dopo la grande ripresa con DALGLISH, tutti erano quasi certi della riconferma del tecnico, e invece, cari amici, ecco la sorpresa della giornata, ancora da confermare, e riportata, anche in questo caso da TUTTOMERCATO WEB!


Secondo la stampa inglese, il Liverpool avrebbe raggiunto un accordo con l'allenatore del Porto Andre Villas-Boas. Il tecnico portoghese, spesso paragonato a Jose Mourinho, potrebbe allenare il club inglese dal prossimo luglio. In precedenza, sembra che l'allenatore del Porto avesse rifiutato un'offerta presentata dalla Roma, ma in Italia anche Juventus, Genoa e Fiorentina hanno pensato a lui.


Con questa chicca a sorpresa di questi ultimi minuti, concludiamo questa puntata di PILLOLE DI CALCIOMERCATO. Nel ringraziarvi veramente di cuore per averci seguito, vi diamo appuntamento alla prossima settimana!


Ruggero

giovedì 7 aprile 2011

L'AQUILA-DUE ANNI DOPO. IL RIEPILOGO DELLA GIORNATA ODIERNA.

Il 6 Aprile di 2 anni fà un violento terremoto colpì alle 3:32 l'ABRUZZO, e in particolare L'AQUILA, e le cittadine limitrofe. La scorsa notte si è svolta una fiaccolata a L'AQUILA per ricordare le 309 persone che purtroppo, a causa del terremoto, hanno perso la vita. In merito alla fiaccolata della notte, pubblichiamo questo link (http://www.repubblica.it/cronaca/2011/04/06/news/l_aquila_la_notte_del_ricordo-14556187/?ref=HREC1-10).

Nella giornata di oggi il presidente della Repubblica, GIORGIO NAPOLITANO, si è recato all'AQUILA. Riepiloghiamo brevemente la giornata odierna.

17:08. Nel secondo anniversario del terremoto, L'Aquila appare in una condizione surreale, in uno scenario caratterizzato da edifici messi in sicurezza e pochi cantieri avviati. C'e' poca gente in giro, nella giornata di lutto cittadino. Tra i pochi a girare ci sono turisti che si fermano nei luoghi simbolo del terremoto. Il traffico veicolare e' molto al di sotto della media. Chiusi molti negozi e molti bar. Nelle scuole sono stati osservati 5 minuti di silenzio per ricordare le vittime.

13:36. Per completare la ricostruzione dell'Aquila 'occorre il massimo sforzo di chi ha responsabilita' di amministrare,governare,di chi rappresenta le istanze dei cittadini'.Lo ha detto il presidente della Repubblica all'Aquila dove partecipa con Letta alla messa di commemorazione delle vittime del terremoto di due anni fa.' La situazione e' nota a chi ha responsabilita' a livello comunale, regionale e nazionale', ha aggiunto Napolitano. 'Nessun italiano ha mai cancellato la tragedia della citta''.

 IL DISCORSO DI NAPOLETANO. 

Pubblichiamo alcuni momenti del discorso del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, GIORGIO NAPOLITANO,in visita all'AQUILA.

 "Gli aquilani non devono aver paura di essere dimenticati. Per fortuna - ha detto il capo dello Stato - la coscienza civica del nostro Paese, degli italiani, non è al di sotto del dovere, del ricordo e della vicinanza. La mia presenza qui oggi, al di là della mia persona, rappresenta sul piano istituzionale il capo dello Stato e conferma come gli italiani siano sempre stati e siano sempre vicini e solidali".
"Nessuno - ha sottolineato - ha cancellato neanche per un solo momento dalla sua memoria la tragedia del terremoto che ha colpito questa bellissima città e che ha visto poi impegnati popolazione e cittadini con il concorso di altre parti d'Italia in uno sforzo straordinario per la sopravvivenza e il rilancio. Sappiamo che le questioni di prospettiva sono complesse ma deve essere chiaro che per noi L'Aquila vale quanto la più grande delle città storiche del nostro Paese".
Di città storiche, ha proseguito Napolitano, "ne abbiamo di grandi, di medie e anche di piccole quanto a dimensioni e tutte costituiscono un tesoro del nostro Paese riconosciuto in campo internazionale: anche con quest'occhio guardiamo a L'Aquila che non solo ha bisogno di lavoro, studio e attività quotidiana dei cittadini, ma anche della rinascita di questo bellissimo centro storico".
Il capo dello Stato lancia poi alle forze politiche un appello affinché le distinzioni nel confronto politico, lecite, "non devono diventare elemento distruttivo". Inoltre, "la discussione - ha detto - è sempre lecita all'interno delle istituzioni dove sono rappresentante le forze politiche, ma innanzitutto lo sono i cittadini attraverso coloro che hanno eletto".
"E' anche naturale - ha aggiunto - che si discuta e che vi sia diversità di giudizio e di opinioni. L'importante è il senso della misura, l'importante è che queste distinzioni non superino mai un certo limite, non diventino elemento distruttivo". Per questo, ha sottolineato il presidente della Repubblica, ''è necessario il massimo sforzo di chi ha responsabilità di amministrare, di governare, di risolvere i problemi, di chi ha la responsabilità di rappresentare le istanze dei cittadini".
Prima di prendere parte alla messa in suffragio delle vittime, il presidente ha voluto salutare un gruppo di studenti delle scuole e dell'università che lo hanno atteso e applaudito davanti alla basilica di Collemaggio. Alcuni di loro si sono commossi: "Se l'emozione significa, come significa - ha detto Napolitano - capacità di riflessione e di coinvolgimento anche umano e sociale, questo non può che essere un dato positivo".

mercoledì 6 aprile 2011

L'AQUILA DUE ANNI DOPO.

EDITORIALE REALIZZATO PER LA PAGINA FAN DEL GUERIN SPORTIVO SU FACEBOOK.

Cari amici,
buongiorno a tutti. Potremmo parlare oggi della debacle dell'INTER, in CHAMPIONS LEAGUE. Potremmo parlare del grande derby inglese tra CHELSEA e MANCHESTER UNITED. No, amici, oggi vorrei parlare di una cosa che mi sta molto a cuore.

Oggi per alcuni guerinetti è una giornata molto triste. Erano, infatti le 3:32 della notte tra il 5 e il 6 Aprile di due anni fa, quando un terremoto, con una magnitudo pari a 5.9 gradi (c'è chi dice che al momento sia stata di 6.3 gradi) della scala RICHTER si abbattè sull'Abruzzo, e più precisamente su L'Aquila, Onna, e tutte le cittadine limitrofe, portando con se morte e distruzione. 1.600 i feriti, 308 le vittime che gli aquilani e non solo hanno pianto nella lunga veglia di questa notte, che ha avuto alle 3:32 il momento più triste e più tragico.

Sono passati due anni da quella triste tragedia, in cui ci siamo sentiti un po' tutti cittadini dell'Aquila. Se qualcosa è stato fatto, purtroppo resta ancora molto da fare. Basta andare nel centro dell'Aquila per rendersene conto, e per accorgersi che la ricostruzione, purtroppo, non è ancora giunta al termine. Andando su Internet, amici, mi è capitato ta i vari siti un sito, AQ NEWS, amici, che ha pubblicato un articolo che mi ha fatto veramente agghiacciare.

Dopo 2 anni dal sisma del 6 aprile 2009, ci sono ancora 248 persone nelle caserme dell’Aquila, 1.047 in strutture ricettive (alberghi), di cui 251 fuori provincia.
Sono 13.561 i beneficiari del contributo di autonoma sistemazione, ovvero che hanno provveduto in proprio a trovare una sistemazione temporanea. Contributo pagato sempre in ritardo, spesso di vari mesi, e non sempre sufficiente visti i prezzi attuali degli affitti.
Per quanto riguarda il progetto CASE, esso viene utilizzato da 13.844 persone, 7.091 nei più economici MAP (Moduli Abitativi Provvisori), 2.012 in affitto a carico dello stato e altre strutture comunali.

In totale, 37.803 persone non sono ancora rientrate nelle loro case. E questo, purtroppo è la cosa veramente triste. Non voglio mettermi a fare politica (non è questa la pagina, e il posto dove farlo), ma è altrettanto doveroso sapere a due anni di distanza come stiano veramente le cose. 
 
Probabilmente questo editoriale susciterà numerose polemiche. Dopo che l'articolo in ricordo di GIOVANNI PAOLO II, da me pubblicato in pagina, è satato tranquillamente censurato, in seguito alla segnalazione di alcuni lettori, mi aspetto che anche questo editoriale venga censurato. Ci sono due modi in cui poter gestire questa pagina: o parlare solo e unicamente di sport e calcio, fregandosene in lungo e in largo del resto, con la logica del “tanto che me ne frega.”. Oppure, e questa è la linea che ho adottato in questi 15 mesi di amministratore di questa pagina, parlare in maniera preponderante di calcio e di sport, senza però dimenticare quello che avviene fuori dal campo di calcio. 
 
Magari questa mattina non avremo parlato dei cinque goal subiti dall'INTER contro lo SCHALKE, del poker del REAL MADRID di MOURINHO al TOTTENHAM, o magari non saremo già entrati nel clima derby, parlando del derby inglese tra CHELSEA e MANCH.UTD, ma questa mattina, nel secondo anniversario del terremoto dell'AQUILA, mi sembrava giusto affrontare questo argomento, forse per nulla calcistico, ma sentito veramente con tutto il cuore. Ed è veramente con tutto il cuore, che, attraverso questo editoriale, a nome di tutti gli amministratori e di tutti i lettori di questa pagina, vorrei mandare un abbraccio veramente forte a tutti i guerinetti e gli amici aquilani, e dirgli, veramente con tutto il cuore: FORZA AMICI! TENETE DURO! SIAMO CON VOI! Ruggero

sabato 2 aprile 2011

GIOVANNI PAOLO II: IL PAPA DEI GIOVANI.

Cari amici, dedico anche questo post alla figura di GIOVANNI PAOLO II, un Papa che lungo il suo Pontificato, ha sempre un occhio di rigurdo verso noi giovani. Sperando di farvi cosa gradita, pubblichiamo due filmati.

Il primo filmato è un pò in generale sul rapporto che era presente tra il Papa e i giovani, con alcuni accenni alla Veglia di TOR VERGATA, durante la GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ, svoltasi per l'appunto a TOR VERGATA, in coincidenza del GIUBILEO del 2000.


                                                                                    
Il secondo filmato riguarda invece la sintesi della VEGLIA DEI GIOVANI con il PAPA a TOR VERGATA, in occasione del GIUBILEO del 2000.

                                                                                 
Come dicevo nell'editoriale, erano proprio i giovani, o meglio i Papa Boys la medicina di Papa Wojtyla, che l’hanno sostenuto tutto il tempo, compresi gli ultimi giorni di vita, quando, in preghiera, si radunarono tutti in veglia in Piazza San Pietro in attesa di notizie sulla sua salute. I Papa Boys che poi alla notizia della sua scomparsa, sono accorsi a Roma, per salutare oltre a un Papa,oltre a un grande Uomo, un vero e proprio Papà in tutti i sensi.

                                                            Rüdiger Franz Gaetano Herberhold